Il Real Trinacria trascinato dal capitano raggiunge la salvezza

Facebook
WhatsApp

Nel momento più complicato, quando ci si trovava in quello che fino a poche ore prima sembrava solo un brutto sogno, arriva capitan Racca a scacciare la paura. Non è la trama di un film o di un libro, ma solo un’estrema sintesi del play-out tra Real Trinacria e Jonica F.C. Una partita secca dove il Real Trinacria partiva leggermente favorito, la classifica infatti diceva che i padroni di casa avevano tre punti in più quindi avevano la possibilità di giocare la partita in casa.
Un vantaggio non da poco visto il numero di tifosi presenti sugli spalti pronti ad incoraggiare la squadra etnea. Tutto pronto per una grande festa fino a quando Florio segna e gela il pubblico del “Seminara”. É necessario un super Racca assistito da De Luca in stato di grazia, per trascinare prima ai supplementari e poi la vittoria la squadra di Chiechio. A questo punto sì, inizia la festa in casa Real Trinacria: fumogeni, qualche foto e una montagna che sembrava impossibile da scalare che invece è stata scalata, Chiechio ed i suoi ragazzi sono finalmente in cima.

Alessio Racca (Real Trinacria), uomo partita

IL GOL INASPETTATO

Prima della partita si parla poco, tanta concentrazione e ultime indicazioni da parte di Chiechio e Ruggeri. Da una parte De Luca e Racca mentre dall’altra Filoramo e Peri – in questi momenti c’è bisogno del colpo da biliardo di uno dei bomber. Come da previsione il Real Trinacria inizia forte, il classe ‘09 Nicosia si mette in proprio e prova la conclusione ma finisce tra le braccia di Cacopardo.
La difesa della Jonica soffre la velocità di Nicosia, l’undici porta palla fino al limite dell’area e poi lascia a De Luca. Uno sguardo in mezzo e pallone forte verso il secondo palo – Rocca prova ad arrivarci ma non riesce a toccare la sfera che si spegne sul fondo. Nella Jonica Filoramo riesce a farsi largo nella difesa etnea, il nove sa come usare il fisico ma non viene assistito dal centrocampo.
Al 19’ Ruggeri si muove con il tempo giusto, stop e tiro ma Marletta respinge. Sulla ribattuta arriva per primo sempre Ruggeri che calcia a botta sicura ma un intervento determinante di Nicolosi salva i padroni di casa. Sugli sviluppi dell’angolo Florio viene servito in maniera fortuita da Pallotta. Il giocatore messinese si gira in area e sblocca il match – corre verso la tribuna ed esulta davanti ai tifosi etnei. La Jonica sembra ora essere in possesso del gioco: Peri prova a segnare il raddoppio su punizione ma Marletta smanaccia.

IL CAPITANO

Basile è costretto a fermarsi, prova in ogni modo a continuare ma le sue condizioni di salute non sembrano delle migliori. La sua uscita coincide con il pareggio dei padroni di casa. Nicosia serve sullo spazio Racca, il capitano si allunga un po’ il pallone poi però recupera e calcia verso la porta di Cacopardo. Florio prova a salvare la Jonica ma calcia il pallone verso il palo e poi lo guarda entrare in porta. Boato del campo di Via Paratore e pareggio che consente al Real Trinacria di assaporare la salvezza.
C’è ancora tanto tempo da giocare, la squadra di Chiechio sembra in totale controllo mentre gli avversari hanno subito il contraccolpo psicologico. De Luca inizia il suo show, dribbling sulla fascia e mal di testa ai difensori in maglia rossa. Sempre De Luca protagonista: Puglisi sale sulla fascia e scarica sul sette che inserisce un filtrante teso verso il secondo palo ma anche questa volta Racca non arriva a toccare. Le squadre sono stanche, la Jonica riesce a trovare il gol del vantaggio sugli sviluppi di una punizione ma il direttore Occhipinti annulla per posizione di fuorigioco.

LA PAROLA FINE

Si va ai supplementari, al Real Trinacria andrebbe bene anche il pareggio visto che da regolamento non si svolgono i rigori in caso di pareggio ma supererebbe il turno la migliore squadra piazzata in classifica. La squadra catanese però sembra avere qualcosa in più e al 5’ della prima frazione supplementare mette la freccia per prendere la strada che porta alla salvezza.
Un De Luca scatenato si fa spazio sulla sinistra, sguardo in mezzo e servizio per Racca che tutto solo completa la rimonta. Diventa praticamente impossibile per la Jonica che avrebbe bisogno di due gol per la salvezza. Il clima si fa teso con Randis e Peri che vengono allontanati dal campo per dei comportamenti scorretti. Si gioca poco, qualche cambio e qualche interruzione dopo una partita estenuante. Dopo ben novanta minuti di gioco finalmente abbiamo il verdetto: il Real Trinacria salva la categoria élite mentre la Jonica pur combattendo retrocede.

IL TABELLINO

REAL TRINACRIA – JONICA F.C. 2-1
RETI (0-1, 2-1):
20’ Florio (J), 12’ st Racca (R), 5’ pts Racca (R).
REAL TRINACRIA (4-4-2): Marletta 7, Puglisi 7.5, Nicolosi 7.5 ( 8′ sts Riganati sv), Giurato 7, Ragonesi 7, Signorelli 7.5 (14′ st Randis 7), De Luca 8, Tineo 7, Racca 8, Galvagna 7 (8′ sts Grassia sv), Nicosia 7.5 (6′ pts Cicala sv). A disp. Arena, Caruso, Colomba, La Rosa, Barbera. All. Chiechio 7.5.
JONICA F.C. (4-4-2): Cacopardo 7, Trovato 6 (18′ st Smiroldo 6.5), Florio 7, Ruggeri 7, Lo Presti 6.5, Basile 7 (8′ st Mazzù 6), Battiato 6, Pallotta 6.5 (3′ pts Miduri sv), Filoramo 7, Peri 7, Chillemi 6 (30′ st Bartolone sv). A disp. Paiano, Santoro, Smiroldo, Spadaro, Calabrò, Bongiorno. All. Ruggeri 6.5.
ARBITRO: Occhipinti di Enna 6.5.
ESPULSI: Randis (R), Peri (J).
AMMONITI: Basile (J), Tineo (R).

LE PAGELLE

REAL TRINACRIA

Real Trinacria


Marletta 7
Non è troppo impegnato dalla Jonica ma nei momenti decisivi risponde sempre presente.
Puglisi 7.5 Terzino di ottima gamba, se avesse ancora più licenza di attaccare potrebbe diventare devastante.
Nicolosi 7.5 É grintoso come pochi. Lotta su tutti i contrasti e quando ne vince uno esulta come se avesse segnato un gol. Tanto carattere e un salvataggio che vale quanto un gol ( 8′ sts Riganati sv).
Giurato 7 La squadra messinese ha dimostrato di saper creare avendo poco spazio a disposizione. Lui quindi non ne concede e si dimostra all’altezza della situazione.
Ragonesi 7 La difesa ha retto all’onda d’urto della Jonica, nella fase centrale del primo tempo è stato importante.
Signorelli 7.5 In entrambe le fasi è fondamentale: spezza il gioca avversario e si butta tra le linee per dare una soluzione in più.
14′ st Randis 7 Dal suo ingresso in campo ha toccato tanti palloni e si è messo a disposizione della squadra, peccato per l’espulsione.
De Luca 8 Il secondo tempo ed i supplementari sono stati spettacolari. Segnatevi questo nome perché ne sentiremo parlare, si vede che ha qualcosa in più.
Tineo 7 Gli danno un’istante per pensare, non di più. Gli avversari lo aggrediscono appena ha il pallone, non lo vogliono far giocare.
Racca 8 Questo tipo di attaccante è da invidiare. La sua comfort zone è l’area di rigore, ogni pallone che arriva nei suoi piedi è un possibile gol. Si esalta e fa esaltare, trascina la squadra alla salvezza e nell’intervista ringrazia il mister. Gesto da ragazzo intelligente e con la testa sulle spalle. Racca is on fire.
Galvagna 7 Qualche passaggio l’ha sbagliato ma può capitare in partite del genere, rimane un giocatore di ottima qualità (8′ sts Grassia sv)
Nicosia 7.5 Un po’ oscurato da De Luca e Rocca ma anche lui è stato fondamentale. Nel primo tempo è stato il più attivo e l’assist nel primo gol di Racca è suo (6′ pts Cicala sv).
All. Chiechio 7.5 Da quando è arrivato ha cercato di dare una scossa alla squadra e sembra esserci riuscito. A vedere giocare questa squadra non si comprende come sono finiti in questa situazione. Le basi per costruire qualcosa di importante ci sono.

JONICA F.C.

Jonica F.C.


Cacopardo 7
Bisogna dargli i meriti se la Jonica è rimasta in partita. Almeno tre parate sono state determinanti, deve uscire a testa alta dal match.
Trovato 6 Non ha convinto pienamente, poteva fare qualcosa in più. In questi match bisogna dare tutto quello che si ha.
18′ st Smiroldo 6.5 Qualche buona chiusura e degli interventi precisi, è entrato in campo con la giusta mentalità.
Florio 7 Si trova al posto giusto al momento giusto e non perdona la difesa avversaria. Sul primo gol avversario prova l’impossibile ma la sfera rotola in rete.
Ruggeri 7 In fase di interdizione è stato fondamentale ma si diverte anche a inserirsi da dietro. Giocatore molto duttile.
Lo Presti 6.5 Sulla fascia prova a farsi valere, a tratti ci riesce anche se la difesa spesso si trova in difficoltà.
Basile 7 Ha giocato un’ottima partita, non gli si può chiedere di più oltre quello che ha fatto.
8′ st Mazzù 6 Ha avuto qualche problema ad entrare nel ritmo partita, De Luca gli ha reso la vita complicata.
Battiato 6 Non ha brillato, ha alternato momenti positivi a momenti negativi. Può crescere.
Pallotta 6.5 É un giocatore molto dinamico che scambia con i compagni per cercare qualche soluzione. Il centrocampista ha giocato una buona prima parte di match per poi spegnersi (3′ pts Miduri sv).
Filoramo 7 Si è mosso tanto nel primo tempo ma ha dimostrato di avere delle buone idee. Come sottolineato, sfrutta bene il suo fisico ma non è abbastanza aiutato dal centrocampo.
Peri 7 Nel finale ha perso la testa anche se stringe la mano a Randis. Una piccola macchia nella sua prestazione che è stata positiva. Sulle palle da fermo è sempre pericoloso.
Chillemi 6 Al centro della difesa ha avuto delle difficoltà, Racca è veramente infermabile (30′ st Bartolone sv).
All. Ruggeri 6.5 C’è amarezza per come si è evoluto il match. La Jonica ha avuto tra le mani la salvezza ma poi si è dovuta arrendere. Ha dimostrato il proprio valore ma bisognerà ricostruire.
ARBITRO
Occhipinti di Enna 6.5
Alcune scelte non hanno convinto, mancano almeno due cartellini gialli. Non è una partita facile da gestire, dal punto di vista caratteriale si è dimostrato all’altezza.

L’INTERVISTA

Queste le parole del bomber del Real Trinacria Alessio Racca:<< Nel primo tempo eravamo senza ritmo, nella ripresa abbiamo alzato il ritmo e nei supplementari abbiamo dato tutto. Sentivo un po’ di pressione perché i tifosi mi incoraggiavano dagli spalti. A dicembre quando sono arrivato la squadra era a terra, poi Chiechio è arrivato ed ha dato una grande mano>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *