Il West Bromwich vince grazie alla panchina

Facebook
WhatsApp

Finalmente ci siamo, ha inizio il Sicily Football Cup. Sesta edizione del torneo, settanta societá e centosessanta squadre si sfidano dal 28 al 31 marzo nel torneo più internazionale d’Italia. Un esordio pieno di gol quello tra gli inglesi del West Bromwich e la squadra messinese Academy Sant’Agata. Se nel primo tempo le due formazioni hanno giocato ad armi pari, é nella seconda frazione di gioco che é uscita la qualità della squadra inglese. L’allenatore del West Brom, Butler, con l’ingresso di Camara ha spostato l’ago della bilancia a suo favore. Una prima parte di match da salvare per i ragazzi di Bongiovanni che dovrà analizzare il crollo avvenuto nella seconda frazione di gioco. Troppi palloni persi ma soprattutto poca intensità sia in fase di possesso che di riconquista.

Alì Camara (West Brom), uomo partita

INTENSITÀ

La partita si gioca soprattutto a centrocampo con i mediani che devono spendersi per non far filtrare palloni in avanti. Calabrese da una parte e Hawkins dall’altra sono sia veloci che fisici e mandati verso la porta possono creare più di un problema alle difese. Bongiovanni chiede a Longo di abbassarsi per aiutare nella riconquista della sfera ma lo esorta anche a infilarsi nello spazio. Il West Bromwich si affaccia dalle parti di Petrisi con un tiro dal limite dell’area da parte di Tate. Si trova al posto giusto Cristina che si oppone alla conclusione.
Gli inglesi aumentano il ritmo: Hawkins si abbassa per ricevere palla e manda Edwards nello spazio. Puccio capisce tutto e con un intervento determinante ruba il controllo della sfera al quindici avversario. Al 21’ crolla il muro difensivo dell’Academy. Il solito Hawkins vede il movimento di Gulliver e decide di premiarlo. L’attaccante da uno sguardo al portiere e manda il pallone all’angolino, non perfetto nell’intervento Petrisi.

Giuseppe Francesco Longo (Academy Sant’Agata)

QUALITÀ INGLESE

Butler effettua dei cambi che durante il secondo tempo risultano decisivi. L’Academy Sant’Agata ha però l’occasione per pareggiare. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo da destra, Mazzeo si ritrova il pallone tra i piedi. Non ci pensa nemmeno un attimo e fa partire il destro, attentissimo Croft che con un intervento da portiere vero smanaccia. Da questo momento in poi sale in cattedra Camara: prima ci prova con un tiro dalla trequarti ma Petrisi allunga in angolo. Poco dopo appoggia su Hawkins che scarica violentemente verso la porta e raddoppia.
La squadra di Bongiovanni sembra scarica, nemmeno i cambi danno una scossa alla squadra. Passano appena due minuti di gioco e Camara dopo aver servito l’assist al compagno, decide di mettersi in proprio. Stop, palla avanti e tiro che finisce direttamente all’angolino – nulla può fare Petrisi. I padroni di casa nel finale hanno la possibilità di accorciare il risultato grazie a un’iniziativa di Calabrese che sale sulla destra e inserisce un filtrante. Per primo arriva Longo ma un difensore inglese respinge e concede solo calcio d’angolo. A fine partita Butler insieme a tutto lo staff spiega per almeno quindici minuti gli errori fatti in partita ai propri ragazzi. Un’analisi post match svoltasi in panchina che raramente si vede sui nostri campi.

IL TABELLINO

ACADEMY SANT’AGATA – WEST BROMWICH ALBION 0-3
RETI:
21’ Gulliver (W), 9’ st Hawkins (W), 11’ st Camara (W).
ACADEMY SANT’AGATA (4-3-3): Petrisi 6, Montagna 6.5, Mazzeo 6, Puccio 7, Speciale 6.5, Patti 6 (11’ st Bjite sv), Cristina 6.5, Scianò 6, Longo 6 (22’ st Giuliano sv), Luciano 6 (4’ st Frusteri 6), Calabrese 7. A disp. Scorza. All. Bongiovanni 6.5.
WEST BROMWICH ALBION (4-3-3): Croft 7.5, Deeming 7 (1’ st Knight 6.5), Akpoguma 7, Saeed 6.5, Odusanya- Edunfunke 6.5, Reed 7 (1’ st Nasibu 6.5), Tate 7, Gulliver 7 (10’ st Ghanem 7), Kuzatijke 6.5 (1’ st Camara 7.5), Hawkins 7, Edwards 7.5. All. Butler 7.5.
ARBITRO: Costa di Barcellona Pozzo di Gotto 7.

LE PAGELLE

ACADEMY SANT’AGATA

Academy Sant’Agata


Petrisi 6
In occasione del primo gol non é perfetto ma non si immagina una conclusione del genere. Non ha colpe sui gol successivi e compie anche qualche buona parata.
Montagna 6.5 Non é la partita più agevole per lui, in difesa tiene botta ma non può esprimersi in fase offensiva.
Mazzeo 6 Gioca al centro della difesa, nella prima parte di match é un muro ma pian piano la squadra si sfalda.
Puccio 7 Uno dei migliori in campo. L’intervento su Edwards vale quanto un gol. Anche in qualche altra occasione é sicuro dei suoi mezzi.
Speciale 6.5 Vale lo stesso discorso di Montagna – non ha la possibilità per farsi valere sulla fascia.
Patti 6 Non riesce a esprimersi come vorrebbe, quando esce dal terreno di gioco si nota la sua insoddisfazione (11’ st Bjite sv).
Cristina 6.5 Ci mette un pò a carburare ma pian piano aumenta i giri del motore. Nel complesso disputa una buona partita ma deve essere più continuo.
Scianò 6 Non é decisivo. Si muove troppo poco e la difesa del WBA lo anticipa in più di un’occasione. Deve dimostrare quanto vale nei prossimi match.
Longo 6 Come tutto il reparto offensivo non é riuscito a essere determinante. La difesa avversaria é estremamente solida (22’ st Giuliano sv).
Luciano 6 Gli arrivano troppi pochi palloni, é abbandonato nella metà campo avversaria.
4’ st Frusteri 6 Chi entra deve dare una mano ai compagni stanchi. Lui come chi é subentrato non ha dato il massimo.
Calabrese 7 É uno dei punti di forza della squadra. Nel primo tempo corre tanto e si spende per i compagni ma questo lo porta a giocare un secondo tempo sottotono. Si vede che ha qualcosa in più, la fascia dà onore e oneri.
All. Bongiovanni 6.5 Ha preparato bene la partita, l’approccio é stato più che positivo. I suoi ragazzi sono rientrati in campo troppo spenti e con poche forze.

WEST BROMWICH ALBION

West Bromwich Albion

Croft 7.5 Vederlo tra i pali é uno dei motivi per cui vale la pena venire a vedere questo torneo. Ha personalità da vendere e un’agilità che non si vede spesso. Sembra un piccolo Pickford.
Deeming 7 Terzino di buona gamba, quando Calabrese prova a volare sulla fascia lui lo ferma con sicurezza.
1’ st Knight 6.5 Non ha fatto sentire l’assenza del compagno. Potrebbe tranquillamente giocare dal primo minuto.
Akpoguma 7 Il fisico é il suo punto di forza, lo sfrutta molto nei contrasti e li vince tutti.
Saeed 6.5 Rischia il meno possibile, quando ha palla fra i piedi cerca la migliore soluzione.
Odusanya- Edunfunke 6.5 Chiamato in causa nel giro palla del West Brom, é dotato di una buona tecnica.
Reed 7 In mezzo al campo dà qualità, con le sue giocate cerca di dare velocità alla manovra della squadra inglese.
1’ st Nasibu 6.5 Entra in campo con la giusta grinta, non si tira indietro e lotta su tutti i contrasti.
Tate 7 Si abbassa più volte per ricevere la sfera e farlo girare. Si vede che é di un livello superiore.
Gulliver 7 Sulla fascia di sinistra é devastante, si mette nelle condizioni di puntare la porta e quando ci riesce é devastante. Come in occasione del primo gol.
10’ st Ghanem 7 Almeno tre giocate da ottimo profilo. Ha una visione di gioco a 360 gradi e questo gli permette di creare soluzioni differenti.
Kuzatijke 6.5 Non sfrutta la sua velocità, preferisce rimanere abbastanza statico e partecipare alla costruzione del gioco.
1’ st Camara 7.5 É lui l’uomo partita. In una ventina di minuti stravolge la partita. Prima l’assist al compagno e poi un gol meraviglioso. Piccola gemma del West Brom.
Hawkins 7 Un ottimo attaccante. Ha un buon fisico e questo gli permette di duellare con i difensori. Viene spesso incontro alla sfera per poi liberare un centrocampista.
Edwards 7.5 Si inserisce tra le linee con facilità. Ha due grosse occasioni ma é attenta la difesa casalinga.
All. Butler 7.5 Non smette di incitare i suoi ragazzi. É maniaco della tattica ed anche a fine partita si sofferma con i suoi ragazzi e analizza insieme a loro la partita.
ARBITRO
Costa di Barcellona Pozzo di Gotto 7
Non si segnalano errori da parte del direttore di gara che é vicino al gioco e si fa rispettare.

L’INTERVISTA

A fine partita ha parlato l’allenatore dell’Academy Sant’Agata Salvatore Bongiovanni :<<I ragazzi hanno giocato alla pari, nella seconda parte siamo calati. Loro avevano tante sostituzioni rispetto a noi e lì si è vista la differenza però sono contento. Il West Brom è una squadra professionistica inglese e la differenza si nota, i ragazzi hanno fatto una bella figura e ce la siamo giocati>>.

Archie Saeed (West Brom)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *